Ansia e depressione: comorbilità mentale maggiore

Agosto 11, 2021

Psicologicamente, gli esseri umani affrontano molte sfide che causano molto disagio a loro e persino a coloro che rimangono con loro. Alcuni dei disturbi psicologici che sono stati identificati esclusivamente come sfide fondamentali per gli esseri umani includono ansia e depressione. L’ansia è la risposta generale del corpo alle esperienze stressanti. La situazione è il sentimento di paura o apprensione per l’incertezza del futuro. Pertanto, è probabile che un individuo in una situazione del genere abbia ansia. La depressione, d’altra parte, può essere espressa al meglio come tristezza persistente o perdita di interesse, che impedisce alle persone di svolgere bene le loro attività quotidiane o di non farlo affatto. In sostanza, entrambi sono mentalmente debilitanti e quindi richiedono una seria attenzione.

Cause di ansia e depressione

Non c’è una causa definita di ansia. Tuttavia, sarebbe giustificato sostenere che ogni esperienza traumatica è colpevole di scatenare ansia ma più esclusivamente per le persone inclini all’ansia. Ci sono anche alcune cause mediche consolidate di stress. Spetta al medico accertare che tipo di causa medica potrebbe essere associata all’ansia dell’individuo specifico. Alcune delle condizioni mediche identificate che potrebbero causare preoccupazione includono malattie cardiache, abuso di droghe o persino astinenza, dolore cronico o sindrome dell’intestino irritabile, diabete e qualsiasi altra grave condizione di salute che vale la pena colpire psicologicamente un individuo. Tuttavia, si potrebbe concludere esclusivamente che l’ansia è il risultato di una condizione medica se il paziente non ha nessuno dei suoi parenti che ha un disturbo d’ansia o se non ha mai avuto un disturbo d’ansia da bambino.

La depressione, d’altra parte, è fondamentalmente un problema medico che può colpire chiunque indipendentemente dall’età. Tuttavia, mentre la maggior parte dei pazienti può aver sofferto di determinate condizioni, alcuni non possono essere pienamente compresi e associati a cause specifiche. Tuttavia, alcune condizioni potrebbero essere correlate alla depressione, tra cui genetica, chimica del cervello, stress e cattiva alimentazione. Considerando la prevalenza di questa condizione di salute, dal 10% al 15% della popolazione sperimenterà la depressione clinica a livello globale ad un certo punto della loro vita, e questo potrebbe essere il meno previsto.

Ansia e depressione manageriale

Ansia

La gestione dell’ansia incorpora molti meccanismi che sono considerati utili per i pazienti. Conoscere l’ansia è una delle opzioni che sono considerate cruciali per la gestione del disturbo d’ansia. Idealmente, la considerazione nell’argomento è che se si comprende bene la condizione, il loro approccio ad essa o se sono quelli con il problema o è un amico. Si presume che un tale individuo sarebbe in grado di prendersi cura meglio della situazione. Allo stesso modo, le tecniche di rilassamento dell’apprendimento sono un’altra strategia per gestire la situazione. L’idea si attualizza imparando a identificare i tempi in cui si è tesi e permettendo ai muscoli di flettere, quindi rilassando la mente. Si ritiene che il meccanismo aiuterebbe notevolmente a ridurre gli effetti dell’ansia. Sulla stessa nota, c’è la possibilità di gestire la situazione attraverso l’esposizione alla situazione particolare per allontanarsi dalla paura che avevano riguardo a cosa aspettarsi in una determinata situazione. Idealmente, la preoccupazione è di ridurre l’impatto della situazione, non avere effetti avanzati sull’individuo.

Depressione

Tuttavia, trattare la depressione ha un modo per garantire che si viva una vita migliore che sia meno distratta; un individuo deve rimanere fisicamente attivo per raggiungere questo obiettivo. Idealmente, quando si è depressi, la sensazione generale è che non ci si diverta a impegnarsi in alcuna attività. Tuttavia, in realtà, nel momento in cui si sceglie un’attività che amavano fare e lo fa, possono goderne. Si consiglia inoltre di prendere in considerazione l’aggiunta di altre attività che pensano possano aiutare a riconquistare la loro natura giocosa. L’idea di fondo è che queste attività aiuterebbe i pazienti a dimenticare la loro miseria e invece a incanalare la loro concentrazione verso le attività in cui sono impegnati. A poco a poco, dopo aver praticato le attività per un po ‘, si abituano a loro, e presto il loro cervello e la loro coscienza si abituano a una vita migliore senza qualità depressiva.

Trattamento dell’ansia e della depressione

Ansia

Ci sono due opzioni di trattamento disponibili per il disturbo d’ansia. Includono psicoterapia e farmaci. La psicoterapia, tanto per cominciare, è anche conosciuta come talk therapy. Idealmente, comporta impegnarsi con uno psicoterapeuta o un consulente che aiuta un paziente a riprendersi dall’ansia. La preoccupazione di fondo in questo approccio è che il paziente sia abilitato a comprendere la situazione e a ridurre la pressione sul problema previsto. Il consulente è di solito qualcuno che comprende la situazione e ha la qualifica prerequisito che consente loro di coinvolgere in modo produttivo le persone con disturbo d’ansia. Tuttavia, la psicoterapia rimane l’opzione più comune ed efficace per il trattamento dell’ansia. L’obiettivo principale dell’approccio è formare competenze specifiche individuali che aiutino a tornare alle attività iniziali che avevano evitato. Inoltre, il processo prevede la terapia dell’esposizione, che, come inizialmente accennato, aiuta a allontanarsi dalla paura che hanno riguardo a una particolare situazione.

Inoltre, è necessario che il paziente subisca farmaci in alcune situazioni, tra cui l’assunzione di antidepressivi prescritti o farmaci anti-ansia. Fondamentalmente, l’approccio viene utilizzato per alleviare i sintomi del disturbo, che sono piuttosto una fonte di disagio.

Depressione

La depressione ha una vasta gamma di approcci volti a trattare pazienti con disturbo depressivo. Proprio come l’ansia, la psicoterapia e i farmaci possono aiutare ad alleviare i sintomi del disturbo. Con la psicoterapia, la terapia cognitivo comportamentale dimostra di aiutare a prevenire la ricaduta, che ha abbastanza familiarità con i pazienti psicologici. Con i bambini, tuttavia, la farmacoterapia si rivela un’opzione efficace da usare nel trattamento della depressione. Chiede quindi di fare di più, mostrando preoccupazione per la necessità di alleviare il paziente dai sintomi del disturbo. Ancora più importante, sulla stessa nota, dovrebbe essere chiaro che una combinazione sia del farmaco che degli approcci psicoterapici funziona meglio per i pazienti. Pertanto, la raccomandazione è di offrire i due metodi ai loro pazienti per velocizzarne il recupero dalla preoccupazione.

Farmaci che trattano ansia e depressione

Ansia

Sotto l’approccio farmacologico del trattamento dell’ansia, diversi farmaci sono considerati utili per alleviare i sintomi dei pazienti. Gli antidepressivi sono una delle categorie di medicinali e che funzionano dai neurotrasmettitori. Di solito, ci vogliono da quattro a sei settimane perché il loro impatto sia evidente. Includono SSRI, che stanno per inibitori selettivi della riacupazione della serotonina, che aumentano i livelli di serotonina nel corpo. Gli antidepressivi triciclici sono un altro gruppo di farmaci in grado di trattare l’ansia. Funziona in modo simile alla SSRI in quanto i pazienti iniziano a una dose bassa e la aumentano gradualmente con il tempo.

Depressione

Come il disturbo d’ansia, i pazienti depressi richiedono antidepressivi per aiutare i pazienti ad alleviare i loro sintomi. Implica che la maggior parte dei farmaci utilizzati nel trattamento dei pazienti con ansia sono anche usati per il trattamento di pazienti con disturbi depressivi. Questi farmaci includono SSRI,
erotonina e inibitori della reuptake della noradrenalina (SNRI),
antidepressivi atipici, antidepressivi triciclici (TTA) e inibitori della monoammina ossidasi (MAOI). Gli antidepressivi sopra indicati sono sicuri, ma il requisito della Food and Drug Administration ha posto un avviso di scatola nera; che viene utilizzato per attirare l’attenzione sui rischi gravi o potenzialmente letali di questi farmaci. Tuttavia, è un modo per garantire che questi farmaci siano prescritti con attenzione e che i pazienti assedino il farmaco come prescritto dagli operatori sanitari.

L’esposizione di cui sopra è un’analisi precisa dei disturbi che approfondisci i dettagli fini riguardanti le loro cause, la gestione, il trattamento e i farmaci specifici prescritti ai pazienti. Nonostante sia un problema psicologico o mentale, la scoperta è che l’ansia ha ancora tecniche di trattamento e gestione più simili. Tuttavia, si devono seguire le prescrizioni offerte dai medici in quanto diversi farmaci potrebbero avere dosaggi diversi in varie fasi, che è parte integrante del trattamento dei disturbi.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.